Abbacchio a scottadito

abbacchio a scottadito

Foto Shutterstock | Ryzhkov Photography

  • facile
  • 15 minuti
  • 4 Persone
  • 162/porzione

L’abbacchio a scottadito, o abbacchio alla romana, è un secondo piatto di Pasqua tipico della cucina laziale. Si tratta di costolette di agnello cotte alla griglia, alla piastra o sulla brace, e si mangiano quando sono ancora caldissime. Proprio per questo motivo vengono chiamate ”a scottadito”. Se avete la possibilità di realizzare un bel barbecue a Pasqua potete provare l’abbacchio a scottadito alla brace. Ma non fatelo al forno, quella è un’altra ricetta e non ha niente a che vedere con l’agnello a scottadito alla romana. Questa classica ricetta di Pasqua è abbastanza facile e semplice da preparare. Per gustare a pieno questo secondo piatto con la carne occorre prestare attenzione alla cottura, ecco alcuni accorgimenti utili per portare in tavola delle costolette di abbacchio eccezionali.

Ingredienti

  • Costolette di abbacchio 450 gr
  • limone 1
  • rosmarino fresco 1 rametto
  • aglio 2 spicchi
  • olio d'oliva extravergine qb
  • pepe qb
  • sale qb

Preparazione

  1. Preparate una marinata con aglio, sale, pepe, rosmarino fresco e olio d'oliva extravergine.

  2. Predisponete le costolette di agnello su un tagliere ed eliminate le parti in eccesso, battendo il nodino di carne con l'aiuto di un batticarne.

  3. Spennellate le costolette con la marinata ottenuta e mettetele in una pirofila. Lasciatele marinare in frigo per circa 30 minuti.

  4. Dopo aver marinato le costolette di agnello per mezz'ora, scaldate una piastra di ghisa.

  5. Cuocete le costolette da ambo i lati a fuoco vivace per 3 o 4 minuti. Non prolungate la cottura altrimenti la carne diventa dura.

  6. Una volta cotte servite le costolette di abbacchio a scottadito caldissime con alcune fette di limone. Potete aggiungere anche dei pomodorini e l'insalata. Buon appetito!

Varianti dell’abbacchio a scottadito

costolette di agnello

Foto Shutterstock | Brent Hofacker

L’abbacchio a scottadito prevede che la carne dell’agnello sia marinata in modo tale che assorba tutti gli aromi e si insaporisca per benino. Ma se non volete far marinare la carne potete evitare questo passaggio. Procedete così: dopo aver battuto la carne ungetela con olio extravergine, per evitare che si attacchi alla piastra calda. Cuocete le costolette per 7/8 minuti, girandole a metà cottura. Provatelo poi anche in queste varianti Le costolette di agnello oltre che cotte sulla piastra possono essere anche impanate e fritte e sono ideali per accontentare soprattutto i bambini che amano le cotolette. Provatele a inserire nel menu di Pasqua e vedrete che successo!

Potrebbe interessarti anche

agnello al forno con patate

Foto Shutterstock | Cesarz

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.