La colazione perfetta

La Colazione Perfetta di Consuelo Vignarelli, Paper Project

  • facile
  • 5 minuti
  • 1 Persone
  • 139/porzione
  • Vegetariana

La colazione è il pasto più importante della giornata, quello che ci dà la carica e i principi nutritivi necessari per affrontare le nostre incombenze giornaliere. Ma come ottenere una colazione gustosa e prelibata, pur assumendo cibi sani, nutrienti e anche veloci da preparare? Bastano una banana, qualche frutto di stagione, mandorle, noci e altra frutta secca e in pochi minuti avrete tra le mani una colazione perfetta: deliziosa, energetica e che vi sazierà sino a mezzogiorno. Messa nel vaso Bormioli e portata via, può diventare il pranzo in ufficio o una cena leggera pre-palestra. Ottima per la merenda dei ragazzi. E’ la rielaborazione di una celebre ricetta francese di alimentazione naturale. A me l’ha insegnata la mia amica Francesca. Provatela e diventerete anche voi addicted!

Ingredienti

  • Una banana


  • Frutta di stagione, come albicocche, fragole... (quella che avete in casa)


  • Mandorle, nocciole, noci, insomma frutta secca a piacere


  • Semi (negozi bio o al super) di sesamo, papavero, lino, girasole, canapa, zucca...

  • Un cucchiaio di olio di lino (si trova al supermercato)


  • Mezzo limone spremuto

  • Vaso Quattro Stagioni 50 cl e capsula diam. 70 mm

La Colazione Perfetta di Consuelo Vignarelli, Paper Project

Preparazione

  1. Tagliate a tocchetti la banana, lasciatela riposare all’aria per una decina di minuti (se non avete tempo di attendere va bene così com’è).


  2. Mentre la banana riposa, lavate e tagliate la frutta (d’inverno e autunno useremo arance, mandarini, mele, pere, kiwi).
  3. Preparate la frutta secca – quella che preferite, una sola varietà o mista – e macinate i semi (idem, misti o singoli) in un mixer, oppure acquistateli già macinati.


  4. Aggiungete tutto alla banana, insieme con l’olio di lino e il limone.



Ricetta di Consuelo Vignarelli, Paper Project Contenuto di informazione pubblicitaria

Da non perdere